Via alla riqualificazione del centro storico

Sampietrino © ph Valentina Cinelli

APPROVATI 14 PROGETTI PER IL RECUPERO URBANO
Via alla riqualificazione del centro storico

Nuova illuminazione, arredi urbani, pavimentazione e riqualificazione di parti monumentali. Sono 14 i progetti approvati ieri dalla giunta Alemanno per il recupero di alcune aree di prestigio del centro storico.

Trenta milioni in tutto da inserire nella manovra di bilancio 2009. «Non è detto – ha precisato l’assessore capitolino all’Urbanistica, Marco Corsini – che tutti e 14 i progetti saranno interamente finanziati». Per alcuni in effetti si «consiglia» il rinvio al 2010, come ad esempio la riqualificazione ambientale e di arredo urbano del Parco di via Statilia. I 14 progetti riguardano piccole aree fortemente degradate, come ad esempio la parte del Ghetto, da via del Tempio a piazza Monte Savello e le piccole strade limitrofe al Portico d’Ottavia. Qui si attendono da tempo la bonifica dei sottoservizi, l’illuminazione, l’allargamento e la ripavimentazione dei marciapiedi, l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Ora, con lo stanziamento di un milione di euro si potrà procedere al progetto preliminare e dare il via libera ai lavori di manutenzione e riqualificazione. Ancora, sarà stanziato un milione di euro per la riqualificazione di piazza delle Cinque Scole e le strade limitrofe. Si prevede anche il restauro della fontana, la bonifica dei sottoservizi e una nuova regolamentazione del traffico.

Verrà invece pedonalizzata l’area che va da via della VII Corte a piazza del Drago, in Trastevere. Qui, per un milione di euro è prevista la ripavimentazione con sampietrini di recupero e la piantumazione di nuove alberature. Nel progetto si prevede poi la valorizzazione dell’Excubitorium, ovvero la prima «caserma» dei vigili del fuoco capitolini del II secolo a.C.
Il progetto di riqualificazione di via di Santo Stefano del Cacco prevede invece la creazione di una piazzetta pedonalizzata antistante la Chiesa con l’introduzione di dissuasori. Anche in questo caso, per un totale di 600 mila euro, si procederà alla sistemazione del manto stradale e la bonifica dei sottoservizi.
Rilevanti poi gli interventi previsti per piazza Santa Maria Maggiore. Per la riqualificazione di questa area saranno stanziati 1,2 milioni di euro per il rifacimento della pavimentazione, un nuovo basamento per la colonna e la fontana, la realizzazione di una cancellata a protezione del sagrato e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Ancora verranno inseriti nuovi elementi di arredo urbano e installata una nuova illuminazione.
Un milione e 400 mila euro andranno invece per l’illuminazione pubblica, nuova pavimentazione e piantumazione di alberature di piazza Mastai. La riqualificazione del manto stradale è prevista anche per le strade limitrofe fino a piazza Castellani.
La riqualificazione arriverà anche nel cuore del tridente, con la ridefinizione e il rifacimento del manto stradale di via della Stamperia e di piazza dell’Accademia di San Luca fino a via del Tritone. Qui verranno eliminati i marciapiedi e verrà individuato un percorso in ‘basole’; si prevede poi il ripristino e la messa in sicurezza della pavimentazione di via delle Murattte.
Interventi significativi sono previsti poi la riqualificazione dell’ex Mattatoio di Testaccio, in particolare su tre padiglioni e la pavimentazione di viali e piazzali interni, per un totale di spesa di 13 milioni di euro. La riqualificazione delle appendici dell’Aventino, con aree pedonali, sistemazione del verde dell’asse Aventino-Porta Portese e piazzale dell’Emporio, per la quale sono stati stanziati 4,5 milioni di euro.
Altri 5,5 milioni andranno invece per il progetto preliminare di riqualificazione ambientale del tratto Gianicolo-Moretta. Tre milioni andranno invece per la riqualificazione del tratto delle Mura Aureliane da via Numidia a piazzale Metronio.
Soddisfazione per i progetti portati in giunta dall’assessore Corsini, è stata espressa dal delegato al Centro storico, Dino Gasperini.

Susanna Novelli

[ via Il Tempo ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *