Title Image

Rutelli e via Nazionale

Sampietrino © ph Valentina Cinelli

Rutelli e via Nazionale

Estratto da articolo su Il Tempo
Rutelli: la mia sfida, grandi opere e cura della città
Il terzo forum organizzato da Il Tempo con Francesco Rutelli, candidato a sindaco di Roma del centrosinistra. Un’occasione per parlare del presente e del futuro della città e riflettere sulla politica locale e nazionale.

fonte: iltempo.it
fonte: I forum de il tempo

Sta conducendo una doppia campagna elettorale: quella da sindaco e quella nazionale. Come si sente?

Onestamente, mi sto occupando per intero della corsa al Campidoglio. Una battaglia che sto combattendo con convinzione. Fino a pochi mesi fa neppure immaginavo di poter correre per fare il sindaco di Roma, ma lo sto facendo volentieri, con passione e senza risparmio. Se verrò eletto sarò il rappresentante di tutti i romani. Ci vogliono tante energie per fare il sindaco. Ho 53 anni: qualora fossi eletto sarei il secondo sindaco più giovane di una grande metropoli. Le grandi città sono assorbenti e comportano fatica fisica. Ci vuole pienezza di energia: ne ho tanta e non ho intenzione di risparmiarmi.

Nel 1993 il suo primo provvedimento da sindaco fu la riqualificazione di via Nazionale. Se venisse eletto ricomincerebbe da lì: il cantiere partirà il 26 marzo e prevede di levare i sampietrini. Cosa ne pensa?

Via Nazionale è una strada che porto nel cuore perché termina con la fontana delle Najadi realizzata dal mio bisnonno, Mario Rutelli. È una via importante di Roma che necessita di un intervento radicale, che verrà compiuto nella maggior parte in estate per evitare disagi ai cittadini. Per quanto riguarda i sampietrini, fatemi ricordare che quello con i pini è un matrimonio incestuoso, perché le radici di quelle piante rendono particolarmente sconnessa la strada. Inoltre, non esistono più le maestranze che si occupano della manutenzione. Sono dell’opinione che da un lato i sampietrini vadano lasciati nelle zone pedonali, che vanno aumentate, mentre dall’altro lato sia necessario salvare la schiena di motociclisti e automobilisti. Senza parlare di tutti coloro che si muovono con gli autobus: anche in via dei Fori Imperiali, a causa dei sampietrini, viaggiare col bus può essere particolarmente scomodo.

Alberto Di Majo, Daniele Di Mario, Susanna Novelli
21/03/2008

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi