Sampietrino © ph Valentina Cinelli

Raccolta firme per salvare i sampietrini di via Nazionale

Petizione rivolta al presidente della Repubblica è sostenuta da Italia nostra, associazioni di residenti e sampietrino.it

Ad un mese dall’inizio dei lavori per la rimozione dei sampietrini di via Nazionale, il fronte "no asfalto" lancia l’ultima battaglia per la difesa della pavimentazione in porfido rosa della storica arteria del centro storico della capitale: la raccolta firme per la petizione rivolta al presidente della Repubblica per fermare l’apertura del cantiere.

Nel testo si chiede al capo dello Stato di intervenire sulle autorità comunali per modificare il progetto di restyling della via. L’iniziativa è promossa dal comitato "Difendo il sampietrino" che riunisce sotto un’unica sigla tutte quelle realtà che da anni si battono per la tutela del tipico selciato romano, tra le quali: "Agenzia per la città", "Italia Nostra", "Comitato residenti Via Nazionale e dintorni", "Associazione Via Merulana per l’Esquilino ed i Rioni", "Associazione abitanti del Centro Storico" e "Associazione di strada Campo Marzio".

Sampietrino.it si è offerto di diventare il "Banchetto virtuale" per raccolta firme sul web. Le firme raccolte sul web saranno considerate ufficialmente valide solo se accompagnate da un indirizzo di posta elettronica funzionante.

Per contattare o per aderire al comitato promotore della raccolta firme e per saperne di più su quest’iniziativa, è possibile inviare una mail a questo indirizzo.

Firma la Petizione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi